• Clara Oliveri

Mindfullness, relagiamoci occhi nuovi




Ritrovandoci in un periodo storico particolare, tutto il mondo si ritrova sotto stress, dovuto alla pandemia. Ma oltre a questo problema comune, ognuno di noi combatte con ansia, stress, insicurezze, dolore, paura, gioia, soddisfazioni, fallimenti e tante altre emozioni e stati d’animo. Credo che la chiave di tutto sia cominciare ad amarsi. Ma, avendo partecipato ad un corso mindfulness (MBSR – Mindfulness Based Stress Reduction) volevo condividerlo sul mio sito.


Nonostante il genere umano sia così vario, abbiamo tutti un unico obiettivo: stare bene!

Grazie a questo corso sono arrivata alla conclusione che essere consapevoli ci permetta di vedere con occhi nuovi, lasciando andare il superfluo, che spesso può condizionare negativamente le nostre giornate. E accettare ciò che ci accade è un altro step fondamentale. E accettare non vuol dire rassegnarsi, ma trovare il modo di andare avanti.


PS: se avete delle domande o vorreste delle informazioni basta scrivere nei commenti, o inviare una mail al contatto info@parolepercrescere.com.

Inoltre qui troverete un buon libro, da me letto e consigliato, che offre l’opportunità di sperimentare questo corso autonomamente.



Buona lettura!


Articolo preso da Mindfullnesspertutti.com


Ideato dal Prof. Jon Kabat Zinn

Il programma per la riduzione dello stress basato sulla mindfulness (MBSR – Mindfulness Based Stress Reduction) è stato ideato dal prof. Jon Kabat Zinn e suoi collaboratori, in America verso la fine degli anni ’70.

Lo scopo che anima Kabat Zinn è quello di permettere alle persone di accogliere la propria realtà, così come si dà a loro, sia essa piacevole o spiacevole.

Il metodo è quello dell’osservazione che è possibile grazie a un atto volontario della nostra capacità di porre attenzione.

Le pratiche di presenza mentale permettono di allenarsi a vedere ciò che c’è, senza rimanere ingabbiati, siano essi eventi, stati emotivi, pensieri.

VALIDITÀ DEI RISULTATI

La ricerca scientifica da 30 anni studia gli effetti positivi di una pratica costante di mindfulness sul corpo e sulla mente.

Dal 1979 più di 24.000 persone hanno completato un programma MBSR.

Strumento efficace & utile

Il programma MBSR è uno strumento che:


A livello fisico:

· rafforza il sistema immunitario

· migliora la pressione arteriosa

· riduce la percezione del dolore

· favorisce il rilassamento neuromuscolare

· migliora le funzioni cognitive (concentrazione, memoria)


A livello psicologico:

· migliore la capacità di rispondere allo stress

· riduce l’ansia

· incide positivamente e significativamente sulla probabilità di depressione

· migliora la qualità della vita e il senso di appagamento e felicità

· rafforza il sentimento di compassione e interconnessione con gli altri esseri

COSA CI PORTIAMO A CASA ?

· capacità di vedere con più chiarezza le emozioni, i pensieri, i comportamenti automatici

· gestione dello stress e del disagio in generale

· atteggiamento di gentilezza verso sè stessi e verso gli altri

· apertura a stili di vita differenti, cambio di prospettiva

· consapevolezza del corpo

· lucidità nella presa di decisione

COME È STRUTTURATO IL PROGRAMMA MBSR

Il programma prevede 8 incontri con cadenza settimanale della durata di 2 ore, più una giornata di pratica intensiva di 6 ore.

Benefici provati scientificamente con la pratica della mindfulness La ricerca in campo medico e neuroscientifico dimostra che la mindfulness è uno strumento efficace per:

· Ridurre il livello generale di stress

· Gestire la percezione del dolore

· Modulare gli stati emotivi e attenuare il disagio psicologico

· Aumentare le capacita empatiche e di compassione

· Favorire i normali ritmi del sonno



Articolo preso da Meditare.org



La vita è un fluire continuo, tutto ciò che appare permanente in realtà è solo momentaneo e costantemente in via di trasformazione

…imparare l’arte di abbracciare la catastrofe ci permette di guardare in noi stessI e il mondo in mondo nuovo, imparare a lavorare con il nostro corpo, con i nostri pensieri, con le nostre emozioni e percezioni in modo nuovo

(Jon Kabat Zinn)


IL PROGRAMMA MBSR il protocollo Mindfulness Based Stress Reduction (MBSR) , è un programma per la riduzione dello stress ed è stato ideato dal Prof. Jon Kabat Zinn alla fine degli anni ’70 presso l’Università di Worcester (Boston) Massachusetts.

Il programma è stato provato su più di 13.000 producendo effetti positivi sia sul piano fisico che mentale.

Navigare attraverso le difficoltà della vita con metodi che conducano a soluzioni efficaci è un’arte, la consapevolezza può guidare la nostra imbarcazione mettendoci in sintonia con le esperienze della vita attraverso l’ascolto del nostro corpo delle nostre sensazioni e dei nostri pensieri. Fornendoci quella padronanza per la gestione dello stress.

I partecipanti del programma MBSR, invece di alimentare lo stress rimanendo preda del vortice dei pensieri e delle emozioni, apprendono a restarvi vicino senza esserne travolti, trovando un posto di osservazione calmo da cui esplorare.

Questo lavoro richiede la pratica regolare dell’attenzione momento per momento, un’appropriazione di ogni istante della nostra esperienza, bella o brutta che sia, presenti a noi stessi.

Coltivando la consapevolezza si scoprono dentro di noi spazi di profondo rilassamento, calma e chiarezza.

Il programma MBSR è stata utilizzato per una varietà di patologie, quali:

– Disturbi da somatizzazione

– Dolori cronici

– Malattie cardiovascolari

– Cancro

– Malattie polmonari

– Ipertensione

– Cefalea

– Disturbi del sonno

– Disturbi d’ansia e attacchi di panico

– Disturbi digestivi connessi allo stress

– Malattie della pelle

– AIDS

Aiuta a coltivare una modalità di relazione decentrata verso l’esperienza, a disattivare intenzionalmente gli automatismi dei pensieri, a lasciar andare la tendenza alla proliferazione mentale liberandosi così da un compulsivo e doloroso rimuginio sulle esperienze dolorose

La sua applicazione è basata sulla pratica di meditazione orientale Theravada e si faranno esercizi di pratica formale (meditazione seduta, meditazione camminata, joga, body scan ecc) e pratica informale (attenzione consapevole alle attività quotidiane, mangiare, fare la doccia, pulire casa ecc.)


Il programma prevede un corso di 8 settimane per gruppi dai 15 ai 30 partecipanti che si riuniscono una volta a settimana per due ore e mezzo.

Viene richiesto ad ogni partecipante un impegno simile ad un allenamento atletico, un’atleta che si allena per una gara non si può esercitare solo quando ne ha voglia o quando il tempo è buono, la continuità nella pratica è importante per raggiungere il risultato

E’ richiesto pertanto l’impegno di seguire gli esercizi fra un ‘incontro a l’altro che dovranno essere fatti giornalmente per 30-40 minuti.

Kabat Zinn dice “Non importa che ti piaccia, basta che tu lo faccia”, l’idea è che queste partiche entrino a far parte della vita del partecipante, diventandone un’abitudine.


La “Meditazione è osservare deliberatamente il tuo corpo e la tua mente, lasciando che le esperienze scorrano liberamente di momento in momento e accettandole così come sono. Meditazione non significa rifiutare i pensieri o bloccarli o reprimerli. Non significa controllare alcunché, eccetto la direzione della tua attenzione” (J.K.Zinn)

Numerosi studi hanno provato l’efficacia, riduce in particolare l’evitamento delle attività nei pazienti affetti da dolore cronico, ridimensionandone la disabilità e le patologie correlate come ansia e depressione. Si è osservato una significativa riduzione di complicazioni psicologiche relative a patologie mediche. Si sono osservati significativi riduzioni di aree affette da psoriasi, il risultato sembra ascriversi nella riduzione di ansia e stress legato alla sintomatologia.

Anche in soggetti malati di tumore si è osservato una riduzione della sintomatologia associata depressiva, ansiosa e relativa alla rabbia. E’ stata riscontrata anche una migliore qualità della vita






Iscriviti alla mia Newsletter

© 2020 Clara Oliveri - Blumedia